Le navi di ED: Cargo & Trasporti

main Navi e Moduli

Solitamente pubblico schede per navi singole e\o “famiglie” di navi, come ad esempio la serie Federale o la serie Alliance, ma per questa volta per l’ articolo dedicato ai cargo ho deciso di accorpare tutte le navi da cargo & trasporto (e mining), in ordine di classe.

Questa tipologia di navi offre il migliore rapporto prezzo\capacità di carico\specializzazione rispetto a tutte le altre navi, e in ED questo è abbastanza inusuale, visto che l’ altra tipologia di navi a cui sono dedicati compiti specifici sono quelle da combattimento, mentre le altre navi si possono attestare su una categoria “multiruolo”.

Cominceremo dalle basi, partendo dalla T6-Transporter, di classe M, per poi passare ad “alzare il tiro” su quelle di classe superiore, quindi Keelback, T7-Transporter, T9-Heavy e quindi la T10-Defender (con configurazione “elastica” tra cargo, supporto anti-thargoid ed estrazione mineraria).
Cominciamo quindi con la….

Type 6-TRANSPORTER, ideale per cominciare.

Trasporto

La prima nave da trasporto “dedicata” che solitamente ogni CMDR acquista se vuole dedicarsi al commercio, visto e considerato che questo piccolo gioello di classe M può trasportare fino a 104T di carico utile, restando relativamente protetto da eventuali interdizioni o assalti pirata.
Certo non può ingaggiare altre navi in combattimento, ma se ben configurata, dispone di velocità, capacità di salto di 47Ly vuota e quasi 30Ly a pieno carico e con autonomia di 170Ly, migliorabile con Modulo Guardian e Fuel Scoop, completano la configurazione armi passive come le mine, gli heatsink, chaff launcher e point defense, garantendosi una via di fuga e lasciando l’ avversario a leccarsi le ferite.
Insomma, da provare, con 5 milioni (moduli e ingegnerizzazioni comprese) avrete soddifazioni dalle vostre rotte commerciali, per poi passare a navi di livello superiore.

Estrazione Mineraria

Per il mining “Deep Core” dedicato alle risorse contenute negli asteroidi con fessure (fissures) purtroppo dovremo necessariamente scartare la Type6, che non disponendo di hardpoint M non può montare i moduli necessari per far esplodere un asteroide.
Naturalmente puoi utilizzarla per il mining “semplice”, con i mining laser e guadagnare dall’ estrazione di Painite!
Da sottolineare il fatto che questa configurazione ha un’ autonomia di oltre 170Ly, quindi non dimenticate un Fuel Scoop qualora doveste allungare il viaggio!

Keelback, evoluzione della specie.

Trasporto

La Keelback è una nave fabbricata da Lakon Spaceways come variante orientata al combattimento con come base il telaio della Type6-Transporter, con aggiunte laterali di scafo e motori laterali ad orientamento variabile, e vanta capacità di combattimento potenziate oltre alla capacità di equipaggiare un hangar per i caccia.
Purtroppo, per supportare più armi, un generatore più grande e l’ hangar dei caccia, si sono ridotti gli scomparti interni della Keelback e la massima capacità di carico.
Questo ne ha ridotto le potenzialità, e sotto certi punti di vista (ad esempio la capacità di carico e il costo) si preferisce solitamente la T-6.
Quindi in definitiva la Keelback nel settore trasporto, pur essendo una valida nave, non è “nè carne, nè pesce”, quindi se sei intenzionato a fare un trasporto armato utilizzala pure, ma attenzione: non puoi sostenere un attacco per lungo tempo, e il caccia non ti aiuterà.
Propongo comunque una configurazione di base per il trasporto e commercio, modificabile sempre da Coriolis.

Estrazione Mineraria

Dà sicuramente il meglio di sè in questa veste, considerando che per poter operare al meglio, in questa configurazione che vi propongo è necessario rinunciare del tutto agli scudi (occhio agli urti e alle esplosioni degli asteroidi!!!), per fare posto alla stiva di carico e al fuel scoop, è naturale che qualora i vostri giacimenti fossero a 1-2 jump di distanza (o con una stazione nelle vicinanze per rifornirsi) potrete agevolmente togliere il fuel scoop per sostituirlo con scudi e\o un cargo più capiente.
L’ investimento in crediti è di circa 12 milioni.

Type 7 Transporter – il “TIR” dello spazio.

Trasporto

La T7-Transporter è lo step successivo: la prima cargo “entry level” di classe L.
Le sue specifiche, come la capacità di carico massima (310T), la sua discreta manovrabilità, e la sua autonomia di volo, spesso la fanno preferire ad altre navi da trasporto, specialmente da chi ama commerciare, ma non vuole spendere troppo.
L’ unica pecca è che essendo di classe L, NON può atterrare in outpost orbitali, e quindi le missioni dovranno essere scelte con cura, e dovrai preferire stazioni e installazioni con piattaforme d’ atterraggio adatte.
Le sue configurazioni da cargo sono varie e potenzialmente resistenti, anche in questo caso ricordati che la T-7 non è una nave da combattimento: può resistere e dare del filo da torcere all’ attaccante per un breve periodo, sufficente però a defilarsi, sfuggendo alla distruzione o all’ abbordaggio.
Ti propongo quindi una configurazione di base per il trasporto e commercio a lungo raggio, con possibilità di raccogliere dati cartografici e codificati durante il viaggio (con il DSS, il D-scan e il wake scanner) equipaggiata di mine (ingegnerizzate) con varie tipologie di danno ed effetto, pensate per disabilitare scudi, motori e rendere l’ attaccante inoffensivo, modificabile sempre da Coriolis.

Estrazione Mineraria

Per il mining “Deep Core” dedicato alle risorse contenute negli asteroidi con fessure (fissures) purtroppo dovremo necessariamente scartare la Type7, che non disponendo di hardpoint M non può montare i moduli necessari per far esplodere un asteroide.
Naturalmente puoi utilizzarla per il mining “semplice”, con i mining laser e guadagnare dall’ estrazione di Painite!

Type 9 Heavy – …quando il gioco si fa duro…

Trasporto

Cominciamo a parlare di colossi nel trasporto.
Anche la T-9 è di classe L, ma c’è un pauroso salto di qualità e di capacità di carico rispetto alle sorelle minori.
Potenzialmente questo cargo può arrivare ad oltre 750T di carico con un solo viaggio, attestandosi come migliore nave da trasporto come capacità, anche se resta vulnerabile agli attacchi, disponendo di poca velocità e manovrabilità.
Viene soprattutto utilizzata per tratte medio\brevi, e per trasportare materiali legati al powerplay durante le operazioni militari, non di rado accompagnata da una nutrita scorta.

L’ unica pecca è che essendo di classe L, NON può atterrare in outpost orbitali, e quindi le missioni e la tipologia di commercio dovranno essere scelte con cura, e dovrai preferire stazioni e installazioni con piattaforme d’ atterraggio adatte.
Le sue configurazioni da cargo sono varie e potenzialmente resistenti, anche in questo caso ricordati che la T-9 non è una nave da combattimento: può resistere e dare del filo da torcere all’ attaccante per un breve periodo, sufficente però a defilarsi, sfuggendo alla distruzione o all’ abbordaggio.
Ti propongo quindi una configurazione di base per il trasporto e commercio da 736T di carico utile, con possibilità di raccogliere dati cartografici e codificati durante il viaggio (con il DSS, il D-scan e il wake scanner) equipaggiata di laser e mine (ingegnerizzati entrambi) con varie tipologie di danno ed effetto, pensate per disabilitare scudi, motori e rendere l’ attaccante inoffensivo e riuscire a scappare dalle interdizioni, modificabile sempre da Coriolis.

Estrazione Mineraria

Con la T-9 cominci a fare mining “serio”, puoi stare nello spazio indefinitivamente finchè non esaurirai lo spazio di cargo, per poi tornare nella bolla a vendere le risorse estratte al maggior prezzo di mercato!
L’ investimento sarà “alto”, ma con un solo carico l’ avrai già ripagato, guadagnando ampiamente con i Void Opals.
Ecco una configurazione da deep core mining, con tutte le attrezzature necessarie allo scopo, naturalmente personalizzabile secondo i tuoi bisogni da Coriolis.

Type 10 Defender: blindato e maneggevole.

Trasporto

Chiarisco subito che la T-10 Defender è stata fortemente voluta dall’ Alleanza per difendersi inizialmente dalla minaccia Thargoid attivamente, ma in ogni caso essendo de facto una nave da trasporto multifunzionale comnciamo proprio da qui: la T-10 è un trasporto PESANTEMENTE armato, che ha potenzialmente il maggior valore di DPS (damage per second) più alto di qualsiasi nave nella Galassia di ED.

Le sue configurazioni da cargo sono varie e molto resistenti rispetto alle altre navi della stessa categoria, anche in questo caso ricordati che la T-10 è una nave cargo con alte capacità di combattimento: può resistere e dare del filo da torcere all’ attaccante o defilarsi, sfuggendo alla distruzione o all’ abbordaggio.
Ti propongo quindi una configurazione di base per il trasporto e commercio da 456T di carico utile, con possibilità di raccogliere dati cartografici e codificati durante il viaggio (con il DSS, il D-scan e il wake scanner) equipaggiata di laser, multicannon, frag cannon e mine (tutti ingegnerizzati) con varie tipologie di danno ed effetto, pensate per disabilitare scudi, motori e rendere l’ attaccante inoffensivo e riuscire a scappare dalle interdizioni o distruggerlo senza pietà, modificabile sempre da Coriolis.
Attenzione però a non abusare di sicurezza: di sicuro è più conveniente scappare che combattere, dipende dalla capacità di manovra e di danno potenziale dell’ avversario.

Estrazione Mineraria

Con la T-10 l’ investimento sarà “molto alto”, ma con un solo carico l’ avrai già ripagato, guadagnando ampiamente con i Void Opals.
Certo è che ha meno capacità di carico di una T-9, ma di sicuro può tranquillamente abbattere qualsiasi pirata NPC che si aggiri negli anelli di un gigante gassoso, e quindi darti tutta la tranquillità che vuoi durante le tue operazioni di estrazione.
Ecco una configurazione da deep core mining, con tutte le attrezzature necessarie allo scopo, naturalmente personalizzabile secondo i tuoi bisogni da Coriolis.

Anti-Xeno

Semplicemente…è nata per questo.
La T-10 è stata sviluppata da Lakon in collaborazione con gli ingegneri dell’ Alleanza, ottenendo una nave high-end da schierare contro la crescente ondata di attacchi Thargoid.
Come già sai il telaio è quello della T-9, ma rinforzato circa del triplo e la corazzatura e le resistenze sono di classe superiore, come i punti d’ aggancio della armi.
Viene solitamente utilizzata come nave di supporto a gruppi, ma non è raro vederla impiegata anche da CMDR’s temerari, visto e considerato che ha manovrabilità e agilità molto superiori al classico standard delle navi cargo.
Ecco una configurazione di base da combattimento Anti-Xeno (non me ne vogliano i puristi del massacro alieno, ci saranno sicuramente configurazioni più performanti) , con tutte le armi, limpets da riparazione\decontaminazione e protezioni necessarie allo scopo, naturalmente personalizzabile secondo i tuoi bisogni da Coriolis.

Il Writer-Pirata: Skuregyon

Quando non è impegnato ad intercettare navi nemiche per abbatterle, assaltarle per rubarne il carico, estrarre risorse minerarie, fotografare pianeti e fenomeni stellari oppure bere Harma Rhum come un vecchio Lupo dello Spazio nei territori di Archon Delaine, Skuregyon scrive articoli come quello che hai appena letto: se ti è piaciuto metti un “mi piace” sulla pagina FaceBook, oppure condividilo tramite i nostri social (nella pagina Links)!